Carriere lavorative

Lo sviluppo delle carriere lavorative

psico-organ_carriere-lavorativeLa gestione del personale ha tra i propri obiettivi la pianificazione e lo sviluppo di ruoli e funzioni all’interno dell’organizzazione. Tale compito è strettamente correlato con la motivazione del personale da un lato e la gestione dei talenti dall’altro.
La gestione della carriera lavorativa diviene pertanto uno strumento importante, soprattutto in funzione delle continue richieste di cambiamento cui sono sottoposte le organizzazioni al giorno d’oggi.
Spesso si intende per carriera un percorso lineare, fatto di acquisizione di ruoli di crescente responsabilità. La carriera tuttavia può essere definita anche come un percorso non lineare, l’insieme delle scelte che ciascuno di noi ha fatto nel tempo e lo portano a trovarsi in una certa posizione. Tali scelte non sono casuali, ma derivano dall’insieme delle nostre capacità, dei valori e delle rappresentazioni che abbiamo del lavoro e della vita privata, delle nostre motivazioni. In questo senso la carriera acquista dunque una forma più flessibile, non necessariamente lineare e in un unico senso, ovvero verso l’alto.
In un mondo del lavoro che richiede sempre più flessibilità, in cui le organizzazioni stesse non offrono una continuità e stabilità nel tempo, le carriere lavorative hanno acquisito percorsi vari, non lineari e le persone stesse, come pure le organizzazioni, si trovano a dover fronteggiare questa flessibilità con strumenti necessariamente diversi e centrati maggiormente sulla persona.

Consapevolezza di sé e sviluppo di carriera: progettare le carriere lavorative a partire dalle persone

È possibile sviluppare percorsi di consulenza individuale e di gruppo in cui individuare le strutture portanti relativa ai propri valori, ai bisogni, alle competenze e ai talenti al fine di progettare programmi di carriera coerenti con i bisogni organizzativi e del personale.
A partire dal modello delle ancore di carriera sviluppato da Schein [cfr. Toderi e Sarchielli 2013; Malaguti e Fossati 2014], viene proposto un percorso con i seguenti obiettivi:

  • analisi della propria carriera lavorativa
  • individuazione delle proprie ancore di carriera
  • definizione dei fattori motivanti/premianti per lo sviluppo della carriera lavorativa
  • definizione di un proprio profilo professionale e confronto con le richieste dell’ambiente organizzativo (ancore esterne).

Tale profilo permetterà di definire un proprio programma di sviluppo di carriera e le possibili strategie per migliore fit tra esigenze organizzative e bisogni del personale.

Pin It on Pinterest